A GameCom arriva il Laser Tag, lo “sparatutto” in… carne e ossa

Siete dei “killer” da salotto e sapete sparare solo con il joystick? Allora mettetevi alla prova con una “vera” arma in mano e gettatevi nella mischia delle battaglie simulate cui darà vita durante la “due giorni” pordenonese l’associazione sportiva dilettantistica Laser Arena… Il divertimento è assicurato e non preoccupatevi… al massimo verrete colpiti da un innocuo raggio infrarosso!

Laser Arena è un’associazione sportiva dilettantistica che ha come fine la pratica e la divulgazione del Laser Tag. una simulazione con repliche fedeli di armi vere simile a sport già esistenti quali il paintball o il softair. Naturalmente il Laser Tag è una simulazione di tattiche militari puramente ludica, che ha come unico scopo il divertimento collettivo di chi partecipa alle partite.

Laser Arena nasce dalla passione di Alessandro e Ivano, che negli anni hanno coinvolto e fatto provare questa fantastica attività a migliaia di famiglie e di giocatori in giro per l’Italia (nella scorsa primavera hanno riscosso un grande successo anche a Cartoomics 2018).

Laser Arena permette ai partecipanti di tutte le età di sfidarsi a colpi di laser nascondendosi tra gonfiabili gialli e neri, utilizzando i sistemi top gamma in Italia della Red Ray. Grandi cornici di pubblico accompagnano con il loro tifo i death match a squadre, perché l’attività può essere svolta tranquillamente all’interno dei padiglioni fieristici, in quanto l’infrarosso è completamente innocuo.

Allora che cosa aspettate? Venite a trovare il team di Laser Arena a Pordenone Fiere e portate con voi solo la vostra spensieratezza, la vostra voglia di divertimento e una buona mira per diventare gli eroi dell’arena e portare la vostra squadra alla vittoria reale!

Al resto penserà il team Laser Arena, che vi equipaggeranno con repliche laser di armi reali o nerf gun in base all’età e con i caschetti muniti di sensori per ricevere i lasercolpi.

Laser Arena… Welcome to the future!!!

 

Ma come funziona il Laser Tag?

A differenza degli sport simili, il Laser Tag è molto più entusiasmante e molto meno pericoloso, in quanto non si sparano colpi di alcun tipo se non innocui raggi infrarossi.

Il sistema funziona elettronicamente grazie a un piccolo computer che, usando una lente "proiettore" che risiede nel silenziatore (o spegnifiamma) dell’arma in dotazione spara (per così dire) un raggio infrarosso che quando entra in contatto con i sensori situati sull'elmetto di ogni partecipante toglie punti vita fino a portare all'eliminazione.

All'interno di una partita si svolgono vari game e il ritorno in vita è costante grazie al "respawn", che permette ai giocatori (analogamente a quello che avviene nei videogames “sparatutto”) di rientrare in partita ripetutamente a distanza di un minuto dall'eliminazione.

Il Laser Tag assicura una totale regolarità di gioco in quanto non ci si basa sulle dichiarazioni personali da parte dei giocatori sui colpi ricevuti, ma esiste l’effettiva sicurezza di aver colpito il proprio avversario senza dubbi o incertezze.

Inoltre, a differenza degli altri sport simili, è possibile colpirsi a distanze notevoli (fino a 300 metri) ed è inoltre necessario (proprio come nella realtà) mirare attraverso il mirino in dotazione su ogni fucile per assicurarsi la precisione del tiro.