Officina Meningi a Gamecom 2017 con una favola e un gioco tabù

Solo 300 esemplari stampati su carta pregiata e illustrati con l’antica tecnica della xilografia per “La leggenda del Re Corvo”, scritta da Valentino Sergi e illustrata da Alvise Rossi. Torna in fiera anche “Suicidium Party”, il divertente gioco di carte illustrato dal celebre vignettista Marco Tonus

Officina Meningi, laboratorio editoriale con sede a Pordenone, sarà presente alla seconda edizione di GameCom con La leggenda del Re Corvo, una nerissima favola ispirata alla tradizione greca e illustrata con l'antica tecnica della xilografia, che consiste nell'incisione del disegno su legno per la successiva stampa su carta o tessuto mediante la pressione di un torchio. Un processo lungo ed elaborato in grado di conferire all'opera un elemento manifatturiero insolito e prezioso. Il volume, realizzato dagli autori di Inferni – Venezia, la peste e l'uragano (Comma22), Valentino Sergi ai testi e Alvise Rossi al tavolo da disegno, è stato stampato su carta pregiata in una tiratura limita di soli 300 esemplari e, durante la manifestazione, ogni singola copia avrà la copertina impressa artigianalmente mediante l'utilizzo di un antico torchietto d'inizio '900.

 

Ma non è tutto, perché Officina Meningi porterà in fiera anche Suicidium, il celebre gioco tabù concepito da Valentino Sergi e Michela Coletto e illustrato dal vignettista Marco Tonus, una delle firme più irriverenti di riviste come Cuore, Il Vernacoliere, Emme, Mucchio Selvaggio, Il Fatto Quotidiano, L'Unità e Il Male insieme a illustri guest-star del fumetto come Davide La Rosa, Felinia, Miguel Angel Martin e Tuono Pettinato. Il gioco, semplice e veloce, il cui obiettivo è di porre fine alla vostra esistenza o spingere gli altri a farlo (per finta, ovviamente!), dopo un fortunato crowdfunding coronato dal premio Postepay Crowd per i progetti di design presentati sul sito Eppela, ha fatto la sua comparsa ufficiale a Modena Play 2016 registrando un grande successo di pubblico e accese critiche da alcuni giornali e associazioni, per poi essere acquistato dall'editore Dal Tenda con la successiva diffusione nei negozi.

.