Le arti marziali arrivano sul tatami di GameCom

Grazie alle dimostrazioni che verranno tenute in fiera dagli atleti della Polisportiva Villanova, i visitatori potranno assistere allo spettacolo del judo, del kajukenbo, del karate, della kick boxing e del ju jitsu e potranno cimentarsi, se lo desiderano, nelle mosse più semplici di queste discipline sportive orientali sotto la guida di un tecnico esperto

La Polisportiva Villanova ASD Judo Libertas è una tra le storiche e gloriose società sportive di Pordenone. Nasce nel 1979 dalla collaborazione tra Don Romano, Edoardo Muzzin e La Festa in Piazza, e si costituisce ufficialmente nel 1981, nell'omonimo quartiere a sud di Pordenone. È affiliata alla Federazione Fijlkam e all’Ente di Promozione Sportiva Libertas. Nel 2010 ha ricevuto la stella di bronzo CONI al merito sportivo.

Ora la Polisportiva Villanova Judo Libertas si è specializzata nelle arti marziali e comprende judo, kajukenbo, karate, kick boxing, ju jitsu, ginnastica dolce, ginnastica finalizzata alla salute e al benessere della persona.

Durante GameCom la Polisportiva Villanova  metterà a disposizione un tatami per poter mostrare con dimostrazioni di arti marziali lo stile e l’approccio delle diverse discipline sportive che vengono proposte nella palestra di Villanova. Sarà possibile anche per chi è interessato provare qualche esercizio sul tatami, sempre in presenza di un tecnico.

 

Le arti marziali aiutano il corpo a svilupparsi in maniera equilibrata, non sollecitano troppo la schiena ma la rendono flessibile, rinforzano la muscolatura e le articolazioni. Il corpo si muove in maniera armonica, non stressando solo una parte specifica come avviene in molti altri sport.

Le arti marziali sono molto consigliate a bambini con scarse capacità di concentrazione o autocontrollo. Per eccellere in queste discipline infatti occorre molto rigore, molta autodisciplina. Insegnano a prendere decisioni veloci (per parare i colpi) ma considerando le conseguenze e soprattutto tenendo in considerazione l’altro, l’avversario, a cui non si vuole far male. L’autocontrollo diventa quindi una peculiarità di molti bambini che praticano arti marziali per anni, ma anche la precisione, perché non si vuole far male all’altro, ma neanche a sé stessi.

C’è poi un altro aspetto da considerare: mentre in molti sport esiste una vera e propria competizione in cui si deve dimostrare di essere migliori, in un allenamento di Judo o Karate non c’è per forza da vincere, ma da migliorare una tecnica, fattore che contribuisce ad aumentare l’autostima con equilibrio e sicurezza. Chi è aggressivo perché vuole ‘vincere’ a tutti i costi non è considerato un bravo judoka.

Insomma oltre al fattore fisico che più o meno in ogni attività sportiva viene valorizzato, nelle arti marziali vi è una componente psicologica ed emotiva non trascurabile. Polisportiva Villanova